Laura Pani

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Laura Pani è professore associato di Paleografia latina presso il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università di Udine. 

Si occupa di storia della scrittura latina nell’alto e basso medioevo, di tradizioni manoscritte (in particolare di quella dell’Historia Langobardorum di Paolo Diacono), di edizione di fonti documentarie e di descrizione e catalogazione dei manoscritti.

Fa parte del comitato scientifico della collana dell’Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli, edita dall’Istituto storico italiano per il Medio Evo. Per la collana “Fonti per la storia della Chiesa in Friuli. Serie medievale” dell’Istituto Pio Paschini ha pubblicato l’edizione dei due quaderni di un notaio patriarcale della seconda metà del XIII secolo e l’obituario della trecentesca confraternita udinese dei Fabbri.

Al termine del 2012 ha scoperto che il manoscritto Harley 5383 della British Library di Londra, contenente una copia quasi completa dell’Historia Langobardorum, è interamente autografo di Giovanni Boccaccio. La scoperta, che ha avuto risonanza anche sulla stampa nazionale, è stata l’occasione per ulteriori ricerche sui libri, la biblioteca e la scrittura del Certaldese.

Dal 2015 è direttore responsabile di Scrineum Rivista.

È membro della Commission Internationale de Diplomatique (CID), dell’Associazione Italiana dei Paleografi e Diplomatisti (AIPD), dell’Association Paléographique Internationale Culture – Écriture – Société (APICES), dell’Associazione Italiana Manoscritti Datati, socio ordinario dell’Accademia Udinese di Scienze Lettere ed Arti e deputato della Deputazione di Storia patria per il Friuli.